Blog - Elia Store Elettrodomestici

Vai ai contenuti

Piani Cottura, quale scegliere, induzione o gas ?

Elia Store Elettrodomestici
Pubblicato da in Piani Cottura ·
Tags: pianicotturagasinduzione

Piani cottura...induzione o gas ? Quale scegliere ?

I piani cottura ad induzione, sono una tecnologia interessante e offrono diversi vantaggi e alcuni svantaggi che in seguito andremo ad approfondire.

In Italia questa nuova frontiera della cucina moderna ancora non viene accolta bene e molte famiglie preferiscono ricorrere al tradizionale piano cottura a gas, forse anche per i costi medio alti che il mercato propone per un piano cottura ad induzione, anche se negli ultimi 5 anni, si è registratro nelle vendite un forte aumento, forse per il risparmio energetico che esso propone;

per fare un esempio i tempi di bollitura dell’acqua per un classico piatto di pasta, tipicamente Italiana, viene quasi dimezato, in un classico piano cottura a gas 9 minuti, contro i 4 minuti con quello ad induzione.


Che cos’è la cucina ad induzione

Il piano ad induzione, esteticamente colpisce per la sua linea elegante ed essenziale, una superficie totalmente piatta, lucida e liscia, priva dei classici fornelli, che sono caratteristici dei piani cottura a gas, questo designe all’avanguardia da un tocco di modernità e assoluta tecnologia alla cucina.

Le pentole si appoggiano direttamnte sulla superfice piana, senza le caratteristiche piastre in ghisa, questa caratteristica da un punto a favore in più all’induzione in quanto è facilitata anche la pulizia.



Come funziona la cucina ad induzione

Il piano cottura a induzione sfrutta il principio di induzione elettromagnetica, per dare calore alle pentole utilizzate per cucinare.

Non necessita di citato combustibile come in un piano cottura a gas, ma si aziona con normale energia elettrica che confluisce nelle bobbine producendo un campo elettromagnetico, che a sua volta genera corrente elettrica indotta che si trasforma in calore; quello che serve per scaldare i cibi nelle pentole soprastanti.
E’ importante ricordare, che non si tratta di una cucina elettrica, ma il calore viene generato da un campo elettromagnetico. Quindi, quando si passa sopra la piastra la pentola di materiale “ferroso”, genera un campo elettromagnetico, questo campo genera nella pentola delle correnti chiamate “Focaut”, dal nome dell’inventore, queste correnti, trasformano l’energia magnetica in calore.
Il campo magnetico e di conseguenza il calore, si sprigionano solo a contatto con la pentola e solo all’interno del diametro di essa.



Risparmio Energetico e Impatto Ambientale

Passare ad un piano cottura ad induzione, può essere una buona idea per tagliare le spese e contribuire, a livello ecologico, per ridurre le emissioni di CO2.

Un piano cottura ad induzione, mediamente, può avere una potenza assorbita che raggiunge anche il kw ( arriva anche a 1,5 kw ) perchè assorbe potenza per generare calore, genericamente in base poi agli altri elettrodomestici che si hanno in casa, na non bastano i classici 3,3kw, bisogna aumentare la potenza della fornitura elettrica da 3,3 kw a 4,5 o 6,6 kw.

Dipende poi dal tipo di piano cottura a induzione che si acquista, ci sono dei piani nuovi e all’avanguardia, che di solito sono quelli più costosi, che hanno una funzione auto-alimentante della potenza assorbita.



Torna ai contenuti